Festival Crisalide

CRISALIDE Festival

il sole imprigionato

24° edizione 

 1-10 settembre / 2-5 novembre 2017

ideazione e cura Masque teatro

www.masque.it

www.crisalidefestival.eu

________________________

sabato 2 settembre 2017

INTORNO ALL’ ESPERIENZA

con Frie Leysen e Catia Gatelli

mattina: dalle 10.30  alle 13
pomeriggio: dalle 15 alle 17.30

Sala e giardino del Punto Donna
via Maroncelli 39 – Forlí

si prega di confermare la propria presenza entro venerdì 1 settembre

 

L’operar scelte richiede uno sguardo attento e critico. Tale sguardo si stratifica sulle esperienze vissute ma soprattutto, ritengo, sulla volontà inderogabile di non cedere alla tentazione del possibilismo. Tale volontà diviene ben presto necessità ponendo coloro che la esercitano su un crinale aspro e difficile, percorso questo che quasi sempre conduce alla solitudine.

Una giornata con Frie Leysen e Catia Gatelli, che discutono insieme e col pubblico le parole chiave di questo soggetto. Parole che hanno guidato Frie Leysen durante tutta la sua carriera di curatrice, sia in luoghi deputati all’arte, sia in contesti di festival in Europa, nel mondo arabo e in Asia.

Lorenzo Bazzocchi

– Come proteggere il lavoro di un artista senza scendere a compromessi?

– Come comunicare con il pubblico, che é un partner essenziale dell’artista?

– Come prendere posizione, in quanto “acteur artistique”, eludendo o attenuando la costante pressione che il reale esercita su di noi?

– Cosa significa “scegliere” e come convivere con le proprie scelte?

– Come coniugare il locale con l’internazionale?

– Le motivazioni fondamentali che conducono alla scelta di un ben preciso indirizzo di valori o a volte addirittura di un’intera classe di artisti, possono essere trasmesse al pubblico?

Frie Leysen

Non é facile annunciare in anticipo ciò che non si é ancora fatto; ma perché poi dovrebbe essere facile?

…Appartiene alla sfera delle necessità, come nutrirsi, riscaldarsi, vestirsi, etc…

Su tali necessità operiamo costantemente delle scelte che forgiano la nostra esistenza.

L’ambito artistico non é differente, si impone come l’acqua e il pane, costituisce il nostro modo di vedere e di essere visti; si relaziona con la realtà e con il possibile-impossibile che noi, in primis siamo in grado di ipotizzare.

Si tratterà certamente di un incontro, di un dialogo dal quale emergeranno riflessioni e verranno poste questioni. Non sono certa che l’esperienza sia qualcosa che si possa trasmettere. Ma sono certa del bisogno di sperimentare costantemente modalità non ancora sondate, di relazione con gli spazi, con le persone, con le cose, per aprire varchi attraverso i quali poter scorgere la luce delle forme più radicali nell’arte, nel teatro, nella vita.

Catia Gatelli

Frie Leysen, direttrice teatrale ed artistica belga.

Ha fondato il centro artistico deSingel ad Anversa, che ha diretto dal 1980 al 1991. È stata inoltre la promotrice del festival Kunstenfestivaldesarts, che si tiene a maggio a Bruxelles. Lo ha diretto fino al 2006, portandolo ad essere una delle manifestazioni di arte contemporanea più rilevanti d’Europa. Dopo essersi dedicata al Meeting Points 5, festival condotto in diverse città arabe del Medio Oriente, è stata curatrice del Theater der Welt nel 2008-2010. Nel 2012 è stata nominata direttrice artistica della nuova sezione di teatro e arti performative all’interno del Berliner Festspiele. È stata inoltre direttrice teatrale del Wiener Festwochen nel 2013 e 2014. Nel 2003 ha ricevuto il Prijs voor Algemene Culturele Verdienste van de Vlaamse Gemeenschap (premio della comunità fiamminga per i meriti culturali) e nel 2007 il dottorato onorario dall’Università libera di Bruxelles (Université libre de Bruxelles – ULB). Nel 2014 ha vinto il Premio Erasmo.

Catia Gatelli, attrice e regista. Vive e lavora a Berlino.

Nel 2009 prende vita thauma da una già lunga e densa collaborazione tra Andrea Basti e Catia Gatelli, all’interno della compagnia Masque teatro. thauma si propone come luogo di collaborazione e confronto possibili, tra differenti identità artistiche.

Per tanto thauma non vuole nominarsi gruppo o compagnia, in quanto sono proprio i concetti di non appartenenza, di mancanza, di lontananza, ad interessare i fondatori di thauma. La ricerca di thauma: concetto di identità e le sue implicazioni. Tra i progetti recenti e le collaborazioni: 2009. KA-MI – 2010. [Là]…cenere – 2011. Narciso, l’infinito della mancanza di sé – 2011. Hurry Up! intermittence du coer – 2012. Orfeo, concerto dedicato ad Alda Merini – 2013. Primavera – progetto sonoro – 2013. I usually live abroad – video di Paolo Pennuti – testo e voce Catia Gatelli – 2014. the Decision – Masque teatro – CG attrice, testo – 2013. Immaginationraum – video di Timo Kreitz – con Catia Gatelli – 2014. Mnemosyne – 2016 FILM Macchina della vista e dell’udito – Regia Vincenzo Schino, CG attrice – novembre 2017 Progetto TabulaRASA – Berlino.